Tutela dei militari al rientro delle missioni danno da uranio impoverito

Molti militari che sono stati impegnati nei teatri di guerra, e talvolta anche civili residenti presso poligoni di tiro, hanno riportato patologie particolarmente gravi in conseguenza dell’esposizione all’uranio impoverito.

Per la ricostruzione del nesso causale e per la determinazione delle conseguenze dannose, lo Studio si avvale della collaborazione di accademici e consulenti medici di altissimo livello.

Lo Studio, al fine di evitare che i propri clienti, già vittime di indicibili sofferenze, possano coltivare illusioni sull’esito dei contenziosi, prima dell’accettazione dell’incarico, propone una consulenza medica pro veritate che viene effettuata con il massimo rigore scientifico.

Soltanto all’esito della consulenza lo Studio valuterà, nell’interesse del cliente, se proseguire l’attività difensiva in sede giurisdizionale.

Lo Studio professionale assiste anche le vittime dell’amianto e di altri agenti inquinanti.

Alcuni lavoratori, che hanno prestato la loro attività in ambienti contaminati da amianto senza alcun dispositivo di protezione, hanno sviluppato malattie polmonari come l’asbestosi o il mesotelioma pleurico.

Anche per questa particolare casistica, ai fini dell’accertamento del nesso causale, prima di avviare un contenzioso, lo studio propone ai propri assistiti una consulenza medica pro veritate.